Furti in casa e negli ambienti lavorativi

Furto con scasso e senza scasso, i ladri riescono ad aprire molte tipologie di serrature.

I fatti di cronaca ed i gazzettini locali raccontano quotidianamente come i ladri d’appartamento riescano in modo silenzioso, veloce ed efficace, ad aprire serrature con e senza scasso.

Il problema sostanziale, la crisi economica che affligge il nostro paese, ha portato ad un incremento notevole delle denunce di furti in casa o in ufficio, in modo particolare in Veneto, nelle città di Venezia, Padova e Treviso che sono anche le più ricche della regione.

La causa del successo di questi accessi improvvisi da parte dei ladri, sta nella trascuratezza dei cittadini sulla prevenzione agli attacchi, seguendo un programma di aggiornamento periodico delle serrature, degli infissi e quindi della sicurezza passiva in genere.

La sicurezza in casa e negli ambienti di lavoro viene prima di ogni altra cosa.

Quali sono le serrature e gli accessi più mirati dai ladri d’appartamento?

Dipende dalle circostanze e dalla possibilità di agire indisturbati; le porte blindate con le vecchie serrature doppia mappa, sono sempre apribili con successo e senza scasso in meno di cinque minuti, le porte basculanti dei garage sono prese di mira nei condomini in orari di poco accesso da parte dei signori condomini, nelle case indipendenti gli accessi più nascosti sono quelli più bersagliati ma anche le porte di ingresso in zone poco illuminate sono attaccate dai professionisti del furto. Anche le finestre e le portefinestre sono accessi tenuti sotto sorveglianza durante le pianificazioni ed i sopralluoghi prima di effettuare le intrusioni   illegali.

I cilindri convenzionali, detti anche nottolini delle serrature, sono altrettanto obsoleti quanto le serrature a doppia mappa, pertanto si prestano facilmente all’apertura senza scasso con la tecnica manipolativa, per mezzo di strumenti di precisione chiamati spadini e grimaldelli.

La sicurezza passiva prevede l’applicazione di serrature e sistemi di blindatura per evitare che i ladri entrino negli edifici, mentre quando un impianto d’allarme si attiva, i ladri,  possono essere già aver svolto l’effrazione con intrusione e coloro che hanno esperienza e fermezza in queste intrusioni, portano a termine parte del lavoro in velocità prima che sopraggiungono i testimoni e le forze dell’ordine.

Come prevenire le intrusioni indesiderate dei ladri in casa?

Adottare un piano di prevenzione dato dalla sicurezza passiva con serramenti, inferriate e serrature anti scasso, anti manipolazione a prova di ladro.

Per migliorare il grado di sicurezza dei serramenti esistenti esistono delle soluzioni, che permettono, contenendo i costi rispetto l’acquisto sul nuovo infisso, di incrementare il livello di protezione delle serrature, la parte di un accesso più studiata dal ladro.

Come prevenire le intrusioni indesiderate dei ladri negli ambienti lavorativi?

Integrando quello che già si sta attuando in casa, prestando un occhio di riguardo alle leggi anti infortunistica in vigore; i maniglioni antipanico devono essere certificati e possibilmente installati con elementi a più punti di chiusura; anche sui comandi esterni per maniglioni antipanico, sulle più comuni uscite di sicurezza antincendio, è possibile installare un cilindro europeo d’alta sicurezza senza interferire con la certificazione imposta dalla normativa. Altre soluzioni interessanti per le porte interne ad un ambiente di lavoro, sono quelle che abbracciano la domotica e l’avanguardia di maniglie elettroniche a codice e serrature motorizzate temporizzate o senza chiave. Soluzioni che possono essere utilizzate ed integrate anche ad uso domestico, in piccole comunità o in alberghi ed hotel.

Un tecnico di fiducia per le vostre serrature di sicurezza

Il tecnico della prevenzione può diventare il vostro fabbro di fiducia che con la sua competenza e consulenza sa mantenervi costantemente aggiornati sulle moderne serrature anti scasso d’altissima sicurezza, che vi mette a conoscenza delle caratteristiche ed i punti deboli delle vecchie ed obsolete serrature, che vi comunica con onestà quando conveniente sostituire per intero un serramento o quando c’è la convenienza per aggiornarne uno esistente. Un tecnico che implementa ed integra nella sua professione anche mansioni correlate con il mondo dell’elettronica e dell’informatica, il presente ed il futuro del controllo accessi sui serramenti.

Il criterio di scelta di uno specialista molto preparato per la manutenzione ed installazione di serrature e dispositivi blindati di sicurezza, va definito in base alle risposte ai vari problemi che caratterizzano le esigenze dei clienti; le richieste più importanti della clientela che cerca servizi sulla sicurezza passiva sono:

Installazione di serrature migliori a prova di ladro, con possibilità di aggiungere serrature alle porte blindate e alle porte basculanti, convertire la vecchia serratura doppia mappa con quella a cilindro europeo e defender di protezione, installazione di inferriate di sicurezza e dispositivi blindati per finestre e porte finestre, sicurezze per le imposte quali scuri e tapparelle, sicurezza ed affidabilità nella gestione delle chiavi di accesso e conseguente duplicazione protetta e controllata delle stesse, massima libertà da vincoli commerciali o contrattuali con le aziende fornitrici, al fine di agire liberamente sulle scelte più innovative dei prodotti certificati disponibili da installare o sostituire.

Non un negozio, non un rivenditore di serramenti, ma un libero professionista sarà il vostro vero consulente della sicurezza.

Il vostro tecnico di fiducia sarà quello che vi darà sempre garanzie post vendita e post  installazione e vi informerà quando attuare interventi di manutenzione generica anche a fronte della fabbricazione di nuovi evoluti prodotti della sicurezza passiva di serrature, serramenti ed accessi nella vostra abitazione o negli ambienti di lavoro.

Il futuro della sicurezza passiva delle vostre abitazioni è nelle vostre mani ed in quelle di un artigiano che vi ha permesso di diventare, verso di lui, clienti fidelizzati.

Nozioni di giurisprudenza relative al furto, link diretto all’articolo.

Detrazioni fiscali per interventi di sostituzione serrature

Detrazioni fiscali del 50% (ex 36% ) per manutenzione straordinaria, rientrano in questa agevolazione tributaria le riparazioni e sostituzioni di serrature, installazioni di inferriate e zanzariere.
Inoltre è possibile richiedere l’aliquota ridotta al 10% per lavori e servizi a contratto d’appalto per manutenzione ordinaria e straordinaria, compilando un modulo che funge da autocertificazione, rilasciata dalla nostra azienda, per tutti i clienti privati che ne possono godere il privilegio, come molti titolari di prima casa, con struttura edilizia già finita ed immobile arredato, a rogito già effettuato.
Beneficiari
Sono ammessi a fruire della detrazione sulle spese di ristrutturazione tutti coloro che sono assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche, residenti o meno nel territorio dello Stato.
Più in particolare possono beneficiare dell’agevolazione non solo i proprietari degli immobili ma anche tutti coloro che sono titolari di diritti reali sugli immobili oggetto degli interventi, come:
• proprietari o nudi proprietari;
• titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
• locatari o comodatari;
• soci di cooperative divise e indivise;
• imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce;
• soggetti indicati nell’articolo 5 del Tuir, che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati, imprese familiari), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali.

Installazione, manutenzione e sostituzione serrature ed accessori per serramenti a Venezia, Mestre, Padova, Treviso, Vicenza, Verona, Rovigo, Belluno, Pordenone.